Villa Ascari di Carpi da ieri è teatro della prima edizione di “Moda Makers”, la due giorni che ha l’obiettivo di rilanciare l’eccellenza della produzione Made in Italy del distretto carpigiano in un contesto internazionale. Al tempo stesso “Moda Makers” costituisce una risposta sinergica di alcune imprese che hanno fortemente creduto in un percorso di collaborazione per affrontare al meglio le attuali difficoltà di mercato, come hanno precisato gli organizzatori.

Ventitré aziende hanno “fatto sistema”, unendo il proprio portafoglio clienti e portando a Carpi oltre 200 buyers provenienti da tutto il mondo e presentando oltre 2000 creazioni per la primavera-estate 2017, oltre a nuove proposte stagionali. I pionieri di questo “numero zero” di Moda Makers sono tra le aziende storiche del distretto: Angela F; Confezioni Z.C.; Creazioni Rosanna & Co; Opificio Modenese; Donne da Sogno; Eleonora Amadei; Famar; Gi&Di Acquachiara; GIL Guerzoni; Io & Te Maglierie; Linea Donna; Maglieria Paola Davoli; Maglierie Ellegi; Moda Milena; Mr. Giuly Mode; Razzoli; Rosso Perla; S.E.A. ; Severi Silvio; Sorriso; Weg Fashion; Ypsilon. Al taglio del nastro hanno presenziato Maurizio Torreggiani (presidente Camera di Commercio), Luciana Serri (presidente commissione attività produttive dell’Emilia Romagna), il sindaco di Carpi Alberto Bellelli e il vice-sindaco Simone Morelli, oltre ai rappresentanti delle associazioni. A fare gli onori di casa il presidente di Expomodena Andrea Tosi. Il sindaco Bellelli ha sottolineato quanto questo evento sia significativo per Carpi, rappresentando una novità alla quale si vuole fermamente dare un seguito con altre edizioni. L’iniziativa si va a inserire in un più ampio programma di attività su diversi fronti che spazia dalla formazione professionale alle grandi mostre in programma presso il Castello dei Pio. L’apporto sinergico di tante forze imprenditoriali, con il sostegno della Fondazione CR, del Comune e delle associazioni imprenditoriali attraverso Carpi Fashion System, ha prodotto un risultato di qualità eccellente. Appositamente organizzato due giorni prima del via dell’appuntamento fiorentino di Pitti “Moda Prima”, Moda Makers è l’unico fashion show in Italia in cui le sinergie locali, fatte di tecnica, tradizione e ricerca, diventano la vera espressione dell’arte manifatturiera italiana nel mondo.

Un evento innovativo sotto il profilo organizzativo in quanto voluto dalle aziende produttrici e gestito con le migliori tecnologie informatiche e di marketing. Attraverso un approccio di collaborazione e condivisione, i brands di moda hanno impostato una campagna di comunicazione verso la clientela business italiana e internazionale. La segreteria organizzativa è affidata a una virtual assistant che, grazie a un sistema automatico, ha inviato inviti digitali. È stato inoltre attivato un sito internet descrittivo dell’evento e delle aziende partecipanti, dove il visitatore può trovare molte informazioni e completa assistenza per raggiungere la location espositiva e soggiornare nella zona di Carpi: www.modamakers.it. Sono stati invitati buyer da oltre 20 Paesi esteri, tra i più attenti e sensibili al fashion made in Italy. In testa il Giappone poi

Spagna, Portogallo, Turchia, Belgio, Stati Uniti, Corea del Sud, Grecia, Russia, Francia, Germania e tanti altri. Moda Makers è promossa da Expomodena, Consorzio di Lapam e Cna, per conto delle associazioni promotrici Cna, Confindustria e Confartigianato – Lapam.

Maria Vittoria Melchioni


FONTE: https://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2016/05/19/news/il-distretto-della-moda-lancia-nuove-idee-1.13505529